Archivio

Nuove e chiare evidenze

Il British Journal of Nutrition ha pubblicato una ricerca che costituisce una pietra miliare negli studi sulla nutrizione. Il lavoro, coordinato dall'Università di Newcastle, conclude che le piante coltivate con il metodo biologico presentano concentrazioni significativamente più elevate di antiossidanti (nutrizionalmente desiderabili) e livelli più bassi di residui di pesticidi e di cadmio (un metallo pesante tossico, indesiderabile quanto i residui).

Stefàno: “Stop agli abbattimenti, unità di crisi con gli scienziati”

LECCE - «Per ora è solo un flebile spiraglio, ma domani potrebbe essere la cura per la Xylella fastidiosa.

L’iniezione con “acqua informatizzata” ha funzionato su un focolaio a Torre Chianca». L’assessore regionale alle Politiche agricole, Fabrizio Nardoni, sotto il fuoco incrociato delle polemiche per l’emergenza Xylella, tira fuori l’asso dalla manica, una possibile soluzione al batterio che sta decimando le piantagioni di ulivi del Salento, ad oggi 23mila gli ettari colpiti dall’epidemia, un numero destinato a crescere e a moltiplicarsi senza una giusta via di fuga.